Home

La leggenda di Robert Johnson

Narra la leggenda, alimentata anche dallo stesso Johnson, che il giovane bluesman avesse stretto un patto col Diavolo, vendendogli la sua anima in cambio della capacità di poter suonare la chitarra come nessun altro al mondo.
Tale fosca mitologia è sorta e si è consolidata negli anni a seguito di diversi fatti: la sua stupefacente tecnica chitarristica, basata sul fingerpicking (lett. "pizzicare con le dita") eseguita usando le punte delle dita o le unghie al posto del plettro è tutt’ora additata come una delle massime espressioni del delta blues; le evocazioni generate dalla sua voce e dalle sue complesse strutture chitarristiche; il sinistro contenuto dei suoi testi, pur largamente improvvisati (come era ovvio per il genere, all'epoca), spesso narranti di spettri e demoni quando non esplicitamente riferiti al suo patto col Diavolo in persona.
Vi contribuirono inoltre i racconti dei vari musicisti che lo conobbero e che riferiscono della sua iniziale goffaggine nel suonare la chitarra: in base a questi racconti, peraltro tutti concordanti, Johnson scomparve dopo la morte della moglie per poi riapparire, l'anno successivo, dotato di una bravura e di un'espressività tali da lasciare tutti allibiti.
Voci dell'epoca tramandano di un incontro, avvenuto allo scoccare della mezzanotte a un crocevia desolato, tra Johnson e un misterioso uomo in nero il quale gli avrebbe concesso un ineguagliabile talento chitarristico in cambio della sua anima.
“Se vuoi imparare a suonare qualsiasi strumento ti passi per la testa e a scrivere canzoni, devi prendere la chitarra e andare dove vi è un incrocio. Per essere sicuro devi arrivarci un pò prima di mezzanotte. Poi prendi la chitarra e ti metti a suonare qualcosa . . . Allora vedrai arrivare un grande uomo nero che ti prenderà la chitarra, la accorderà, suonerà una canzone e ti restituirà lo strumento. E’ così che ho imparato a suonare tutto ciò che mi pare.”
Altri aneddoti tramandano di come Johnson fosse capace di riprodurre nota per nota qualsiasi melodia ascoltasse, fosse per radio come in un locale affollato e senza porvi la benché minima attenzione. Morì nel mistero: qualcuno ricorda che fu pugnalato, altri che fu avvelenato; che morì in ginocchio, sulle sue mani, abbaiando come un cane; che la sua morte aveva qualcosa a che fare con la magia nera.

Gallery

  • China su legno
    50x100 cm

  • China su legno
    40x70 cm

  • China su legno
    20x40 cm

  • China su legno
    40x60 cm

  • China su legno
    50x50 cm

  • China su legno 60x50 cm Venduto / Sold

  • China su legno 50x50 cm Venduto / Sold

  • China su legno diametro 50cm

  • China su legno 60x50 cm

  • China e acrilico su legno
    diametro 50cm

  • China su legno
    70x70 cm

  • China su legno
    40x100 cm

  • China su legno 70x70 cm Venduto / Sold

  • China su legno 100x40 cm Venduto / Sold

About Valerio Pastore

Valerio Pastore nasce a Bari il 05/05/1983. Dopo aver conseguito la maturità scientifica si iscrive al corso triennale di fumetto ( 2002-2004 ) e al corso triennale di Animazione 2D - 3D ( 2005 - 2008 ) presso la Scuola Internazionale di Comics di Firenze. Nel 2010 si iscrive al corso professionale di illustrator e Indesign con certificazione Adobe, presso MultimediaCenter (Ba).
Nonostante la giovane età, le sue esperienze lavorative sono molteplici e spaziano dal fumetto, all’illustrazione, all'animazione 2D ed infine alla grafica. La passione per il disegno oltre ad essere il suo mestiere, porta l’autore a sperimentare diverse strade tra cui la più riuscita è il connubio tra illustrazione/ fumetto e musica, sua seconda indiscussa passione. Questo legame, darà vita a progetti illustrati tra cui i più importanti, sono la trasposizione disegnata di Canzone a manovella di Vinicio Capossela e la traduzione, tramite il linguaggio del fumetto e dell’illustrazione, di Horses, disco d’esordio di Patti Smith. Attualmente lavora presso il suo studio “Arte in scatola” situato a Gioia del Colle, dove si occupa,di grafica web, video e animazione.

Contact

Masseria La Signorella - contrada Caccamona snc 74011 Castellaneta (Ta) Italy -
La mostra sarà aperta tutti i giorni, escluso il lunedí.
Ore 19.00-21.00
Per info e visite guidate rivolgersi a Luna Donvito
Phone 349 4108842
Mail: luna.donvito@apuliaexpo.com - info@arteinscatola.it - pastorevalerio@libero.it


Visualizzazione ingrandita della mappa